Estate Musicale del Garda, presentato il programma della 59esima edizione

By morning bell Le ultime novità Nessun commento su Estate Musicale del Garda, presentato il programma della 59esima edizione

Untitled

E’ stata presentata questa mattina a Brescia, presso la sede della Provincia a Palazzo Broletto, l’edizione numero 59 dell’Estate Musicale del Garda intitolata a “Gasparo da Salò”, festival internazionale che ogni estate trasforma Salò in una piccola grande capitale del violino.

Quattro gli appuntamenti in programma tra luglio e agosto, quando in riva al lago di Garda arriveranno alcuni dei più apprezzati interpreti della musica classica mondiale.

La rassegna, organizzata dal Comune e dalla Pro loco di Salò, debutterà domenica 23 luglio con il concerto di Uto Ughi, il più celebre dei violinisti italiani, beniamino assoluto del festival salodiano.

Accompagnato da I Filarmonici di Roma, Ughi proporrà un programma ad alto tasso virtuosistico per una serata che si preannuncia imperdibile.

Venerdì 28 luglio sarà la volta dell’Orchestra di Fiati di Salò, che attraverso un programma di musiche da film renderà omaggio al grande regista salodiano Luigi Comencini, di cui ricorre il decennale della scomparsa.

Sabato 5 agosto arriverà sul Garda la sedicenne cinese Jingzhi Zhang, vero e proprio prodigio del violino, che affiancata dall’Orchestra I Pomeriggi Musicali si cimenterà nel concerto per violino più celebre, difficile e amato dagli appassionati: quello di Ciaikovskij.

L’edizione 2017 del festival si chiuderà venerdì 18 agosto con una serata a cavallo tra classica e jazz in omaggio a George Gershwin, nell’ottantesimo della sua scomparsa.

I concerti si terranno nell’affascinante cornice di Piazza Duomo, direttamente sul lungo lago di Salò e a pochi passi dal Mu.Sa, il nuovo museo civico di Salò, dove fino al 23 luglio, grazie a una convenzione con il Museo del Violino di Cremona, è in mostra un capolavoro di Antonio Stradivari: il violino Clisbee del 1669.

—————-

Milano, 27 aprile 2017

Ufficio stampa Morning Bell

  • Share:

Leave a comment